Attenzione! Questo sito usa cookie!

social media curation since 2010

Quella volta che Renzi mi propose di intervistarlo

5 aprile 2016/cose di internet
Home/Blog/cose di internet/Quella volta che Renzi mi propose di intervistarlo

Oggi ho seguito un pezzo di #matteorisponde, la diretta Facebook nella quale Matteo Renzi rispondeva a domande e commenti ricevuti da cittadini (e solo cittadini) senza filtri e senza intermediazioni.

matteorisponde

Niente di male: Renzi ci ha da tempo abituati al suo uso disinvolto della tecnologia e dei social media per una comunicazione diretta e non mediata, specchio della sua allergia (politica) a qualsiasi forma di corpo intermedio che possa interporsi tra sé e il fare.

Oggi seguendo la diretta su Facebook mi è venuta la curiosità di vedere come le diverse testate avessero deciso di affrontare questo evento e ho constatato con amarezza che nessuna aveva pensato fosse opportuno assolvere al proprio compito di “creatore di senso”, guida, costruttore di cornici di significato. Il video era stato embeddato semplicemente, come si trattasse del video di un gatto che gioca con la propria coda. E poiché la mia critica a questo abdicare alla propria funzione da parte del giornalismo non è nuova, ho deciso di scrivere un tweet:

Al quale Renzi ha risposto:

E io l’ho preso in parola. Gli ho mandato questa sera, via @nomfup, una proposta che è fatta più o meno così:

Propongo di replicare un’intervista in stile #matteorisponde con domande che provengono dalla Rete. Il video, però, sarà embeddato anche in un sito creato ad hoc nel quale, accanto al video, starà una chat a cui parteciperanno 5-6 persone, giornalisti ed esperti, che potranno commentare in diretta ed effettuare una sorta di fact checking e a cui Renzi potrà ovviamente rispondere, come risponde alle persone che commentano su Facebook e su Twitter.

Il sito è pensato per essere la simulazione del sito di una testata giornalistica, per realizzare quello che, non solo secondo me, dovrebbero fare i giornali in casi come questi.

E insomma, aspettiamo di sapere se #matteorisponde.

EDIT del 6 aprile. Alcune puntualizzazioni sulle obiezioni e le osservazioni che mi si fanno più spesso:

⇒ Il tuo problema è che Matteo Renzi usi i social network per comunicare direttamente con i cittadini? E che,…

Posted by Claudia Vago on Wednesday, April 6, 2016

Comments (2)

  • Stefano Dall'Agata / 5 aprile 2016 /

    Facile sì che risponda. Per un politico qualunque occasione di visibilità va bene. Tu non sei una “nemica”, quindi non pensa di aver da temere da te. Potrebbero venirgli dei dubbi se tra i giornalisti c’è un ex Dìrettore de L’Unità ed ex Presidente del Consiglio…

  • Fabrizio / 6 aprile 2016 /

    Non ho mai amato Renzi, ma al netto della banalità, mi pare abbia risposto coerentemente…

Lascia un commento

Freelo Theme / Proudly powered by WordPress / Created by IshYoBoy.com